Sono il visitatore numero:

venerdì 15 ottobre 2010

La Norvegia.

Il mio mondo di cui parlavo poco prima, in questo momento è la Norvegia.


Norvegia, una parola che suona particolarmente anche quando la pronunci. Ma cos'è davvero la Norvegia?

Aveva ragione Henrik Ibsen (http://it.wikipedia.org/wiki/Henrik_Ibsen) quando pronunciò queste parole: Chi desidera comprendere i norvegesi deve prima comprendere il loro ambiente naturale, magnifico ma estremamente severo.

La Norvegia ti toglie il fiato. Ti toglie il fiato perchè sa essere dolce mentre guardi l'infinito oceano davanti a te, sa essere austera quando vedi i suoi pendii scoscesi finire dritti nell'acqua e quando osservi, anche da un finestrino di un'automobile, le vette acuminate che ti fanno sembrare di essere sulla Luna. Non puoi non innamorarti dei suoi paesaggi. C'è del bello ovunque, dal paesino rigorosamente tutto in bianco che si affaccia sul mare, ai maestosi fiordi, alle immense foreste di larici che già da metà settembre cambiano colore, diventando rossi e gialli, donando così a coloro che si guardano intorno una vista mozzafiato, con colori degni del miglior Van Gogh.

La popolazione norvegese è poca, davvero. Neanche 5 milioni di persone (meno di un tredicesimo dell'Italia), risiedono in un territorio che è invece è più esteso della nostra penisola. Da nord a sud ci passano 1700km, e la distanza che c'è tra Oslo (più o meno a sud) e l'estremo nord è pari a quella che c'è tra Roma ed appunto la Capitale norvegese.

Non è possibile dare informazioni precise sul clima, poiché si passa dalle gelide zone interne alle miti coste, che anche ad altissime latitudini restano accessibili e non fredde grazie alla mitigazione del clima dovuto alla Corrente del Golfo.

Norvegia vuol dire Natura. Tutto ciò che si fa è qualcosa che sia “permesso” dalla natura. Boschi infiniti, acque cristalline, estese zone montuose. Capita di percorrere km e km in strada senza trovare una casa. E' bello questo. Non ti da un senso di solitudine perchè ci si contempla nel guardarsi attorno.

Il Popolo norvegese è particolare. Sanno sembrare rigidi e freddi a primo impatto, e sanno poi aprirsi completamente e darti anche il cuore quando li conosci. Lavorano, tanto. E sono anche eccessivamente ricchi! Credo che se un normale cittadino norvegese venisse a vivere in Italia, apparterrebbe sicuramente ai ceti più ricchi. Rispettano il prossimo, amano farsi gli affari propri e rispettano i limiti. TUTTI I LIMITI. Trovare un auto per le strade che sorpassi, che vada anche 5 km/h sopra il consentito, è un'impresa. Sono posati, forse anche troppo. Ma questa è la loro cultura, ed è giusto apprezzarli per quello che sono, senza avere quella spavalderia del classico straniero che arriva e vuole fare il superiore.
Ascoltano a fondo, misurano le parole e sono estremamente educati. L'inglese è parlato perfettamente da tutti, perciò la lingua non è un ostacolo.

La Norvegia in sintesi è questa dunque, ma se volete sapere di più, qui ci sarà tutto di cui avete bisogno →http://it.wikipedia.org/wiki/Norvegia

Spero di essere stato esauriente, a risentirci, quando mi metterò a parlare della mia vera esperienza norvegese.

Matteo.